martedì 1 dicembre 2009

Piccola anteprima...

Nel video che segue c'è una bellissima lettera scritta dal capo dei Pellirossa Capriolo Zoppo nel 1854 al Presidente degli Stati Uniti Franklin Pirce.
Il documento qui integralmente riprodotto è senz'altro una delle più elevate espressioni di sintonia dell'uomo col creato ed esprime la ricchezza universale dei "popoli nativi", dei veri "indigeni" di ogni luogo della terra ed è la risposta che il Capo Tribù di Duwamish inviò al Presidente degli Stati Uniti che chiedeva di acquistare la terra dei Pellerossa.

Questa stessa lettera Giulio la legge nel suo spettacolo 'Troppo buono' .
Ovviamente(racconta Giulio), quando era bambino, era uno di quelli che, guardando i film western, 'tifava' per gli indiani e non per i cow boys .....!


1 commento:

Elena ha detto...

Ecco...questa è una delle cose più toccanti che Giulio legge... Ho sempre amato i film western, quelli con gli "indiani e i cowboys"; quelli quando non si vedeva l'ora che "arrivassero i nostri";quelli di "Ombre rosse" con John Whayne che salta sui cavalli imbazzirriti che tirano la diligenza;quelli di John Ford... li amo, li amo ancora...
Ma un giorno, in tv, ho visto un film western...si intitolava "Soldato blu"... e da allora guardo ancora gli western, mi piacciono ancora moltissimo...ma li guardo con gli occhi che aveva Peter Strauss, "il soldato blu" appunto, quando ha veduto trucidare un intero villaggio....