sabato 19 agosto 2017

Giulio Scarpati inaugura la XVI edizione del 'Villammare Film Festival' il 27 agosto 2017

Dal 27 al 30 agosto si terrà la XVI edizione del Villammare Film Festival (SA), organizzata da 105 TV Digital Media con il contributo del Comune di Vibonati che sarà inaugurata il giorno 27 agosto da Giulio Scarpati.

http://www.105tv.it/web/cultura-e-societa/9422-villammarefilmfestiva,-tutti-i-protagonisti-della-nuova-edizione.html



CASTELLABATE - GIULIO SCARPATI " CITTADINO ONORARIO È UNA MEDAGLIA SUL PETTO "



INTERVISTA DI MARCO NICOLETTI

CASTELLABATE - Passa con disinvoltura dalle intense e fedelissime interpretazioni di due carismatici sacerdoti come Don Zeno Saltini e Don Luigi Di Liegro, a testi teatrali di Goethe, Diderot e Dostoevskij. Ha vestito i panni del giudice Livatino (un trionfo che gli ha fatto vincere un David di Donatello nel 1994 come migliore attore. ndr) mentre in televisione ha lasciato il segno nel cuore dei telespettatori con il personaggio di Lele Martini della fortunatissima serie “Un medico in famiglia”. Eclettico,versatile, intenso Giulio Scarpati è uno degli attori più amati nel nostro Paese: “Indubbiamente calarsi nella parte di due uomini di Chiesa così profondi, attivi, militanti come i fondatori della comunità di Nomadelfia e della Caritas diocesana fa cambiare la propria percezione spirituale. Dopo, infatti,un periodo di allontanamento queste due figure mi hanno riavvicinato molto alla fede”confida l’attore. Ma recitare per Scarpati è anche condividere la grande passione con gli allievi della sua scuola ai quali assieme alla moglie, la regista Nora Venturini,  da anni dedica il proprio spazio, le suggestioni, la sua esperienza. Un uomo serio, sobrio, profondo, padre di due ragazzi, che nonostante gli impegni artistici  ha trovato anche il tempo per scrivere e pubblicare il libro “Ti ricordi la casa rossa?”, una struggente lettera alla madre Flavia malata di Alzheimer: un viaggio emozionante, una poetica rincorsa per far rivivere alla persona che gli diede la luce, i ricordi ma anche per imparare lui stesso a riscoprirsi. “Un atto catartico, difficile ma che mi ha fatto bene” racconta l’artista.






Affascinato da entrambi perché rappresentano lo spirito cristiano all’ennesima potenza.Quello con Don Zeno è stato un bellissimo viaggio alla scoperta di un cristianesimo attivo, militante. Rimasi colpito dalla forza di questo sacerdote. Per preparami meglio al ruolo ascoltavo sul mio iPod le sue omelie, estasiato dalla sua forza comunicativa, dalle sue parabole funzionali per smuovere le coscienze,rivolte sia ai contadini che ai ceti più abbienti. E poi resta l’amicizia,rimasta tutt’oggi, con gli abitanti di San Felice sul Panaro, la sua terra così tristemente colpita dal sisma dell’Emilia di due anni fa. Di Don Liegro, oltre che una maggiore vicinanza geografica (era nativo di Gaeta, i miei parenti materni sono napoletani. ndr) porto la sua inesauribile caparbietà , il suo essere vicino al degrado della capitale, agli immigrati, un punto di riferimento per gli ultimi.  Riusciva a guardare Dio ad altezza d’uomo, riconosceva nell’umanità la presenza del Signore: il suo rapporto con l’altro era sempre empatico e concreto. Con la Caritas ha dato, poi, vita ad uno strumento di grande equilibrio sociale e bilanciamento delle ingiustizie in anni assolutamente difficili in cui la Chiesa era forse più vista come struttura gerarchica e meno a servizio della comunità sofferente. Vorrei, infine, ricordare la mia partecipazione ne “La casa bruciata” ( film ispirato alla figura del padre comboniano padovano Ezechiele Ramin, trucidato nel 1985 in Brasile a causa della sua attività in favore degli Indios e dei contadini . ndr),dove interpretai padre Toni Zanin, missionario di frontiera ai margini della foresta amazzonica.






Veniamo da un periodo nel quale la valenza della scuola è stata messa ai margini, e non solo dalla politica ma anche da molte famiglie , genitori sempre più spesso in collisione con i docenti. Dall’altra parte ci sono professori sempre meno motivati nel compiere il loro mestiere che dovrebbe essere una vera e propria missione. L’insegnamento, infatti, non può essere un mestiere di ripiego ma occorre motivare, interessare, arricchire gli studenti di strumenti critici  che li rendano liberi nel pensiero e nelle proprie attitudini. La Giornata di mobilitazione  promossa dalla Cei, alla quale partecipai in piazza San Pietro, credo sia stata un’occasione per riflettere su come mettere in moto questa fondamentale agenzia educativa: non solo un luogo di apprendimento ma soprattutto di confronto con gli altri sempre in un’ottica di partecipazione e di comunità tra ragazzi, famiglie ed insegnanti.












lunedì 31 luglio 2017

martedì 4 luglio 2017

Doppio appuntamento con Giulio Scarpati a Siracusa in occasione delle 'FESTE ARCHIMEDEE'



“Feste archimedee a Siracusa” Scienza, cultura, arte, cinema e teatro per lo sviluppo e la valorizzazione del genio giovanile. http://www.festearchimedee.it
L'immagine può contenere: sMS

Venerdì 7 luglio incontro con Giulio Scarpati .Appuntamento in Via Roma, Palazzo della Provincia , Siracusa ore 18.30.


Sabato 8 luglio PIAZZA DUOMO SIRACUSA ore 21,30 "Gran Galà delle Feste Archimedee " -Consegna del Premio Feste Archimedee

Riassunto delle serate del 22 e del 25 giugno scorsi in compagnia di Giulio Scarpati a Macerata e Fano







--------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------




venerdì 16 giugno 2017

Domani, Sabato 17 giugno, Giulio Scarpati premiato a Firenze - Premio Le Muse

Un altro, meritatissimo riconoscimento a Giulio Scarpati, domani sera, sabato 17, alle ore 17,00 nel Salone dei Cinquecento , a Firenze, Palazzo Vecchio  per la 52° edizione del Premio Internazionale “Le Muse”

Giulio riceverà il premio "Melpomene" per la categoria Teatro.

Annunciati dalla presidente del Consiglio comunale Caterina Biti e dalla fondatrice del Premio Accademia Internazionale “Le Muse” Giuliana Plastino Fiumicelli i nominativi che saranno premiati nel corso della cerimonia solenne che si terrà in Palazzo Vecchio - Salone dei Cinquecento sabato 17 giugno 2017 alle ore 17.00. 
“Un premio importante che, dal 1965, viene ospitato a Firenze. Nella storia – spiega la presidente del Consiglio comunale Caterina Biti – grandi personalità hanno già ricevuto questo riconoscimento, che fu tenuto a battesimo da Giorgio La Pira, e che ha caratteristiche internazionali. Sabato prossimo daremo dei riconoscimenti a chi, nelle varie discipline, si è distinto nel corso della propria carriera. Le premiazioni – conclude la presidente Biti – sono sempre occasioni importanti per entrare in contatto con persone che si sono messe in risalto per il bene della comunità”. 
Quest'anno verranno premiati l'imprenditore Sergio Redaelli, la poetessa Lidia De Polzer, la storica Nadia Robotti, lo scultore Fabio Viale, il soprano Gemma Bertagnolli, l'attore Giulio Scarpati, il pianista Giovanni Cultrera, il saggista e critico letterario Mario Landolfi, il danzatore e coreografo Luca Bruni, il geologo Marcello Brugioni, l'attrice e regista Isabel Russinova, l'attrice e presentatrice Marisa Laurito.

lunedì 12 giugno 2017

Addio a Melina Balsamo, fondatrice della Compagnia 'Gli Ipocriti'.Il Blog di Giulio Scarpati la omaggia e la ricorda

Lutto nel mondo del teatro: addio a Melina Balsamo
Si è spenta a 70 anni, Melina Balsamo, vera anima pulsante da 40 anni della cooperativa "Gli ipocriti", compagnia teatrale riconosciuta anche dal ministero del Beni Culturali, di cui era era direttore artistico e organizzativo.
Melina Balsamo ha segnato in maniera profonda il teatro napoletano e italiano con le sue produzioni molto apprezzate dal pubblico e dalla critica. A stroncarle la vita un brutto male che non le ha lasciato scampo.
Funerali domani alle ore 11.00, nella Parrocchia Sant'Antonio di Padova, in Viale dei Pini 53 ai Colli Aminei a Napoli.





Video della presentazione del libro di Nora Venturini "L'ora di punta" a Milano, a cura dello Staff del Blog




giovedì 8 giugno 2017

16 Giugno a Roma. Presentazione del libro di Nora Venturini con le letture di Giulio Scarpati.

Prossima presentazione del libro di Nora Venturini "L'ora di punta" con letture di Giulio Scarpati venerdì 16 giugno alle ore 19 a Roma presso la libreria Pagina 348