giovedì 26 novembre 2009

Un mio omaggio alla trentennale carriera teatrale di Giulio

1 commento:

Elena ha detto...

Beh...resto sempre senza parole se devo parlare di Giulio...
Questo video mi fa venire in mente una sola parola...GRAZIE...sì..perchè dopo oltre 20 anni che non andavo più a teatro, quel pomeriggio del 30 aprile del 2000, mi sono trovata di nuovo in una platea...e ho ricominciato con una delle cose più belle, quell'essenza della bontà che è il principe Myskin... da quel giorno ho "seguito" il teatro - e colui che lo faceva - praticamente dovunque ed ogni volta che uscivo "sentivo" che avevo dentro qualcosa di più che non mi avrebbe mai lasciato.
Ho solo il rammarico di aver smesso di andarci nel 1976...e, quindi, di aver perso delle cose stupende..Lorenzaccio, Orfani, Piccola città, Il trionfo dell'amore...Ma avrò sempre negli occhi e nel cuore quel disperato sans-papier di Koltes che risento ancora urlare sommessamente la sua disperazione dal palco del teatro Parenti di Milano...
Grazie Giulio Scarpati....