mercoledì 2 settembre 2009

"MARIO, MARIA E MARIO": la politica e i sentimenti

"Mario, Maria e Mario", un film del 1993, la regia di Ettore Scola.
"L' argomento del film e' la crisi del Pci e la conseguente nascita del Pds, ma anche la crisi di un matrimonio fra militanti. Mario e Maria Bosco sono due giovani comunisti romani, lui proto a "l' Unita' " e lei farmacista: si sono conosciuti alla Sezione Salario nel ' 76, al momento del grande balzo del partito al 34 per cento, e sono genitori affettuosi di due bambini. Ora, negli ultimi mesi dell' 89, si scoprono divisi: Mario e' fra i "rinnovati", Maria fra i conservatori. Si colloca sul versante di Ingrao anche l' elettrotecnico siciliano Mario La Rocca e le comuni simpatie di corrente lo avvicinano a Maria. Assistiamo ai dibattiti con gustosi e patetici sfoghi
caratteriali e strascichi in pizzeria, tensioni, rotture di antichi sodalizi.[...]"
(6 febbraio 1993) - Corriere della Sera

2 commenti:

eva ha detto...

Più volte citato in questo blog, il film è un altro bell'esempio di cinema italiano. Delicato ritratto di famiglia condito dalla forza di ideali politici che possono unire così come separare...poi, se gli ideali, e l'amore sono forti, reggono!
Vi ho regalato questo piccolo frammento ma il film merita di essere visto intero.

Elena ha detto...

Anche questo film...trasmesso di notte...ma per fortuna esistono i dvd.
Concordo in pieno con la cara Anna: film delicato e ben "costruito", con numerose tematiche che si intrecciano senza "disturbarsi" l'una con l'altra...anzi, dando ulteriore movimento al racconto.
Consiglio anch'io di vederlo tutto: sarà una bella scoperta per chi non lo ha ancora visto.