venerdì 15 gennaio 2010

Il 21 gennaio, a Roma. Giulio Scarpati legge "Due di tutto e una valigia"

GIOVEDI, 21 GENNAIO, ore 18,30,presso la Libreria Enoarcano ,via delle Paste, 106 Roma,presentazione del romanzo "Due di tutto e una valigia", con letture di GIULIO SCARPATI

Mentre Sara si trova in ospedale ad attendere un verdetto, davanti ai suoi occhi sfilano la sua infanzia e quella di suo fratello Tommi, a partire da quando i genitori li hanno convocati per annunciare la loro imminente separazione. Da quel momento comincia per i bambini il calvario delle buone intenzioni. Mentre la madre piange da una parte, il padre è inesauribile dall’altra nell’inventare soluzioni che riducano il suo senso di colpa e la sua ansia per il benessere dei figli, costretti a migrare da una casa all’altra, mischiando i pigiami e le magliette, perdendo gatti e trovando imbarazzanti reggiseni.Ma i bambini non ci metteranno troppo a scoprire che la situazione ha i suoi vantaggi e che due genitori in colpa possono offrire infinite possibilità di trasgressione.Così, nella più drammatica comicità si svolge la loro vita, fino al giorno in cui Sara si trova in ospedale in una strana e imprevista compagnia…
Mila Venturini ha un’eccezionale capacità di convincerci della verità dei suoi personaggi e di farci ridere di tutto, ridere letteralmente fino alle lacrime.
Mila Venturini è nata e vive a Roma. Lavora come sceneggiatrice televisiva e ha pubblicato racconti su riviste e antologie. "Due di tutto e una valigia" è il suo primo romanzo.
Guarda qui la scheda del libro sul sito di nottetempo…
Per ogni altra informazione:Nottetempo, via Zanardelli 34, 00186 Roma, tel/fax 06.68308320http://www.edizioninottetempo.it/

1 commento:

Elena ha detto...

Molto "intrigante" da quanto si può dedurre dalle righe del post..... Ci vuole, ogni tanto, qualcosa che sia "leggero"... E poi, il fatto che "si rida leggendo"- o che "si legga ridendo"... - non vuol dire che non sia anche questo di insegnamento. C'è modo e modo di scrivere qualcosa che ti dia la possibilità di "estraniarti" con un sorriso dalla vita di tutti i giorni...E questo romanzo di Mila Venturini sembra proprio che voglia portarci a questo... Di più: mi sembra che si parli della "vita" di tutti i giorni; le vicende di un momento delicato di una famiglia - la separazione - visto con un sorriso dove "agiscono" tutti "gli attori":mamma, papà e figli....Non è facile... Ma proprio qui sta la bravura di un "narratore": vedere anche i lati meno rosei di una situazione, con un sorriso.